BBC: "La verità sul tartufo Italiano". La tracciabilità che manca

BBC:

L'articolo di David Farley della BBC nasce a partire da un viaggio in Istria dove guidato dalla testimonianza di Giancarlo Zigante ripercorre la storia del tartufo bianco Croato venduto come bianco d'Alba. Certo Farley sembra generalizzare un pò troppo, ma offre un ottimo spunto di riflessione sul tema della tracciabilità.

Giancarlo Zigante è un tartufaio Croato che entra nel guinness dei primati con un tartufo bianco da 1,3 kg cavato in Istria ma venduto come tartufo bianco d'Alba.

Farley racconta di come in passato nella penisola Corata il tartufo venisse usato ordinariamente ed esclusivamente da contadini che lo chiamavano "patata puzzolente". Negli anni 60, commercianti italiani avrebbero fiutato l'affare ed in cambio di provviste alimentari tipiche avrebbero ottenuto il pregiato fungo dai Croati e lo avrebbero etichettato come bianco d'Alba. Tutto questo fino al 1999 quando grazie alla "Patata puzzolente" da 1,3 kg di Zigante, i croati capirono che il tartufo avrebbe potuto portare benessere al territorio. Nel frattempo però Giacomo Morra, fondatore di un azienda piemontese che commerciava tartufi, trasformò il Tuber Magnatum Pico in un prodotto di nicchia inviandolo a personalità quali Marilyn Monroe, Joe DiMaggio e Rita Hayworth. Il bianco d'Alba In poco tempo divenne uno dei prodotti alimentari più pregiati al mondo.

Potete consultare l'articolo originale di David Farley QUI